HOME
RECENSIONI
BIOGRAFIE
BAND INDIPENDENTI
MP3
NEWS
INTERVISTE
INSERTI SPECIALI
CONCERTI
Associazione
Forum
Partners
Links
Sostenitori
Cerca  
-------------------------------------
\\\\\\\\\\ CONCERTI //////////
-------------------------------------
Simone Cristicchi
14/07, Porto Tolle

00/00,
FRANK LONDON & VINICIO CAPOSSELA
29/11, MILANO
-------------------------------------
\\\\\\\\\\\\\ NEWS /////////////
-------------------------------------
19/08/2009
Video della settimana: Iron&Wine - Naked As We Came
20/07/2009
Locarno: alla Cambusa ritorna uno dei Festival più interessanti del Cantone
01/07/2009
Berna: Gurtenfestival 2009 - Ecco il programma
-------------------------------------
\\\\\\\\\\\\\ LINKS /////////////
-------------------------------------
Rock-e
Webzine della Svizzera italiana di musica rock
BIOGRAFIE ///////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////

Micah P. Hinson

Micah Paul Hinson nasce a Memphis (Tennesse) il 30 marzo 1981 e si trasferisce successivmaente con la famiglia ad Abilene; una cittadina non molto distante da Dallas.
In Texas inizia quasi subito a frequentare la fervente scena musicale suonando in diverse band ed entrando in contatto con i principali artefici del panorama sonoro della regione. In particolare Micah P. Hinson stringe un rapporto molto intenso sia con Brandon Carr che con John-Mark Lapham (la costola "texana" degli Earlies) dando vita ad amicizia che, probabilmente, sarà in grado di cambiare il corso della sua vita. Nel 2004, dopo una serie di disaventure, sono proprio Carr e Lapham ad aiutarlo a registrare il disco d'esordio e sono ancora loro a convincere la piccola ma promettente Sketchbook Records a metterlo sotto contratto e a distribuire il suo lavoro in Inghilterra.

Micah P. Hinson And The Gospel Of Progress (questo il titolo del disco d'esordio) viene pubblicato nell'indifferenza generale ma quando il celebre Uncut, (pobabilmente la rivista musicale inglese più seguita in Eurpa) decide di includere nella sua compilation mensile il brano The Day Texas Sank To The Bottom Of The Sea la Sketchbook viene letteralmente presa d'assalto trovando solo a fatica il sistema di far fronte alla domanda e, soprattutto, alla distribuzione del disco in nazioni come Italia, Francia o Svizzera.

Immediatamente, come un postitivo effetto domino, i principali critici musicali elevano l'album a prietra miliare della musica indipendente e a capolavoro della scena indie-folk degli ultimi dieci anni. Elogi, in maniera particolare, vengono rivolti all'intimismo e alla potenza dei testi e piano piano il pubblico viene a scoprire che, prima di entrare in studio di registrazione, l'artista si è visto costretto a lottare, appena ventenne, con una pesante dipendenze dalle droghe e ritrovandosi addirittura in mezzo alla strada dichiararando fallimento privato e scontando un periodo di carcere.

Alla fine di quell'eccitantissimo 2004 però le droghe ed i problemi che hanno accompagnato la sua vita sembrano far parte del passato. L'anno successivo manda in stampa un lavoro intitolato The Baby And The Satellite che rispolvera delle registrazioni (risalenti al 2000) registrate in casa e parzialmente riadattate per l'occasione ma mentre si appresta a partire per un tour promozionale del disco uno stupidissimo incidente gli causa una lussazione all'osso sacro. Per sopportare il dolore e per onorare gli impegni presi Micah P. Hinson torna a riempirsi di pastiglie e al suo rientro a casa, ad Abilene, viene nuovamente ricoverato in ospedale per alcune settimane per disintossicarsi.

Nel 2006 si rinchiude in studio in compagnia di JM Lapham ed insieme danno vita a A HREF=" http://www.universomusica.com/index.php?select=show&gruppo=The%20Late%20Cord&id=317">Lights From The Wheelhouse; un disco splendido ed incredibilmente semplice che viene pubblicato all’insaputa di tutti utilizzando la sigla The Late Chord. Lo stesso anno il musicista manda alle stampe Micah P. Hinson & The Opera Circuit in cui le sonorità si fanno via via più sperimentali, elettroniche e più decisamente lo-fi. Una scelta coraggiosa che aumenta ulteriormente il rispetto nei suoi confronti da parte della critica e che rende il personaggio più misterioso per il pubblico.

Micah P. Hinson è oggi un uomo sposato che di volta in volta stupisce i fedelissimi con la pubblicazione di qualche singolo o con qualche nuovo album a sorpresa. La sua musica può certamente essere considerata come una delle pietre miliari del panorama indie e come uno dei capolavori indiscussi del primo decennio del 2000.
di: John Robbiani
> back <
Radio Gwendalyn

Google

©2002 Creato da: M. Minotti / Universo Musica, Via Mezzavilla 34, 6503 Bellinzona - Tel: 079/661 25 09
Sito ottimizzato per risoluzione 1024 x 768
All rights reserved