HOME
RECENSIONI
BIOGRAFIE
BAND INDIPENDENTI
MP3
NEWS
INTERVISTE
INSERTI SPECIALI
CONCERTI
Associazione
Forum
Partners
Links
Sostenitori
Cerca  
-------------------------------------
\\\\\\\\\\ CONCERTI //////////
-------------------------------------
Caspian
16/10, Coira

00/00,

00/00,
-------------------------------------
\\\\\\\\\\\\\ NEWS /////////////
-------------------------------------
19/08/2009
Video della settimana: Iron&Wine - Naked As We Came
20/07/2009
Locarno: alla Cambusa ritorna uno dei Festival più interessanti del Cantone
01/07/2009
Berna: Gurtenfestival 2009 - Ecco il programma
-------------------------------------
\\\\\\\\\\\\\ LINKS /////////////
-------------------------------------
Rock-e
Webzine della Svizzera italiana di musica rock
BAND INDIPENDENTI ////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////

"I brani udibili sul nostro sito sono estrapolati via link dalla homepage dei singoli artisti e la loro presenza su www.universomusica.com è stata espressamente richiesta dai musicisti stessi. Si declina pertanto ogni pretesa finanziaria ed ogni responsabilità sull'utilizzo dei brani"

Satellights

Heavy Metal

website

E-mail

 
COMPONENTI

Matteo Magistra, voce
Simone Voumard, chitarra elettrica e cori
Alan Oggier, chitarra elettrica
Andrea Voumard, basso e cori
Simone Mühlethaler, batteria

 
DISCOGRAFIA

"Stronghold", 2004

 
BIOGRAFIA
 

I Satellights si trovarono al completo la prima volta il 24 marzo 2002, con l’arrivo del batterista Simone Mühlethaler. Simo (chitarra), Gabri (ex chitarrista) e Matteo (voce e chitarra) si trovavano già dall’autunno del 2001 tutti i sabati a suonare nella cameretta di Gabri (a quell’epoca Matteo cantava solo), Andrea (basso) si aggiunse a febbraio, poco dopo aver ricevuto il basso. I primi pezzi furono degli AC/DC, beniamini a quel tempo di tutti i musicisti del gruppo, tranne di Simonino (Simone Mühlethaler), che era reduce da un’avventura con un gruppo punk (Ruined Minds), ma stufo del genere appena citato accettò di unirsi ai Satellights, ed iniziò anche lui ad ascoltare rock duro, innamorandosi poi delle leggende del heavy metal, gli Iron Maiden.

Le prime prove (a Minusio) andarono sufficientemente bene, anche se la band non aveva ancora delle buonissime apparecchiature (ampli per chitarra da 15w, vecchie radio per cantare, diciamo che la batteria andava bene, e l’ampli per il basso era l’unico decente, che a quel tempo funzionava anche come amplificatore per una seconda voce). Purtroppo siccome di domenica non si poteva suonare, le prove da giugno a settembre non ebbero più luogo. A settembre infatti i Satellights “restaurarono” un localino nella soffitta di Matteo, e lì iniziarono a provare.

In quell’estate, anche se non si provò, Matteo e Simone iniziarono a comporre le prime canzoni, intanto, Gabriele se ne andò dal gruppo per dedicarsi alla musica che lui più amava e ama ancora, cioè il punk, arruolandosi ai The Thugs. I Satellights mantengono comunque tuttora buoni rapporti con l’ex componente. Matteo, per occupare il vuoto lasciato da Gabriele iniziò a suonare la chitarra.

Da settembre a dicembre il gruppo si impegnò per sviluppare i primi pezzi composti da loro, e a Natale fece un mini concerto con il gruppo di Gabri. Dopo questo concerto i Satellights si “addormentarono” un po’, tant’è che nei successivi quattro mesi nel repertorio del gruppo entrarono solo tre brani nuovi, tra cui una cover. Al gruppo non piaceva più tanto quell’atmosfera e quella melodia (composta più che altro da uno stile in stile AC/DC), e siccome a maggio avrebbero avuto due concerti alle scuole medie di Minusio (frequentate a quel tempo da Teo e Simonino), decisero di impegnarsi, ed iniziarono a sviluppare il loro tipico sound, caratterizzato da canzoni hard rock, con accenni all’heavy metal, alle ballate e a tutto quello che girava loro per la testa.

I concerti alle scuole arrivarono, ed il gruppo venne apprezzato dalla gioventù minusiese, incitando così i quattro ragazzi a darci dentro ancora di più…

Durante l'estate 2003, il nostro Matteo e Simone hanno composto alcuni testi e melodie per future canzoni, che in autunno hanno preso vita. The Snake e Stronghold sono due nuovi pezzi, li presenteremo nella demo che é prebista per febbraio 2004. Ferso la fine di novembre 2003, avviene un importante cambiamento nella line-up della band, infatti Matteo, che aveva già deciso da tempo questo cambiamento, lascia la chitarra per dedicarsi interamente alla parte vocale, il vuoto ritmico viene colmato da Alan Oggier che prende il suo posto come chitarrista.

 

> back < << prev next >>

Radio Gwendalyn

Google

©2002 Creato da: M. Minotti / Universo Musica, Via Mezzavilla 34, 6503 Bellinzona - Tel: 079/661 25 09
Sito ottimizzato per risoluzione 1024 x 768
All rights reserved